domenica 29 marzo 2015

Complicata, capricciosa e che dice sempre NO

Il sogno comincia da qui. Ventunesimo piano di un palazzo di Rio de Janeiro. Il vento che scombina i capelli. Un Vodka Sour tra le mani. La musica di Seu Jorge che riempie le orecchie. Prima di continuare a leggere cercate su youtube That’s my way, mettetela come sottofondo e fate finta di essere li.



Una folla di gente che si diverte. Io sono lì a respirare il profumo dell’estate, del caldo sulla pelle, dei capelli ricci che si intrecciano. Il corpo suda, vestito solo di un sottoveste azzurro. I sandalini color carne svelano la magrezza dei piedi irregolari. Il caldo è insopportabile ma non smetto di respirare il divertimento di essere li, in mezzo al mio sogno, abbigliata solo dalle mie certezze e dai miei capricci.