lunedì 29 aprile 2013

Le amiche. Che meravigliosa invenzione!


Le amiche sono la più bella invenzione del mondo. Charlotte York in Sex end the City disse che le amiche sono l’una l’anima gemella dell’altra e io, penso proprio che lei abbia ragione. Le amiche non passano mai di moda, a volte si allontanano un po’ per diventare grandi, a volte viaggiano in lungo e largo per trovare se stesse e a volte cercano l’amore oltre oceano pensando che al di là del mare gli uomini siano migliori ma puoi stare certa che quando arriverà il momento di chiamarle tutte alle armi allora si che prenderanno armi e bagagli, lasceranno il capo tenebroso, il compagno affettuoso o l’armadio estivo per venire da te che abiti in una piccola cittadina italiana chiamata Bologna. Le amiche non ti abbandonano mai, sono con te quando stai male per un amore finito, ti siedono a fianco per un lavoro andato a puttane, ti danno una pacca sulla spalla quando la meriti ma pure una sberla se hai fatto cazzate. Le amiche ti dicono che sei bella anche se non dormi da un mese, ti dicono che sei fresca anche quando hai messo le rughe, non ti diranno mai che il tempo passa, per loro tu sei sempre la stessa di sempre e non invecchierai mai. Allora mie care amiche è arrivato il momento di fare la valigia, prendere il vestito più bello, infilare tacco e rossetto nel beauty e armarsi di tanta pazienza, il momento si avvicina, Blue ha deciso di dirvi una cosa molto importante e l’appuntamento è il 29 Giugno a casa mia, poi la festa sarà il giorno dopo. La casa è quella delle bambole, con l’armadio di 6 metri per 4, il frigo sarà pieno, lo schermo lancerà immagini della nostra vita insieme, vi voglio in quella casa tra gli alberi al centro della bella cittadina felsinea. Il momento è arrivato comprate i biglietti, siano essi dei treni o degli aerei, se avete la bicicletta indossate le ginniche, ho bisogno di voi…

La mia mail l’avete ma se vi fosse scappata segnate con il lipgloss rosso sullo specchio  aspassoconblue@gmail.com

Vi amo
Blue

martedì 23 aprile 2013

Con il naso all'insù. Io e Hidetoshi Nagasawa


A volte è proprio vero che basta volere intensamente una cosa per trovarsela sotto gli occhi. Certo non è così per tutto, ma se si desidera sentitamente qualcosa prima o poi ti troverai faccia a faccia con il tuo sogno. La vita è così meravigliosa da donarti anche questa possibilità gratuita, quella di esaudire, avverare, rendere reale ciò che prima pensavi fosse solo scritto sui tuoi appunti. Per me è sempre stato così, mi bastava visualizzare un obiettivo per poterlo toccare da li a breve. Questo non significa che sia stato sempre facile, anzi ci sono state volte in cui ho perso il sonno, l'appetito e la voglia di lottare, ci sono state situazioni in cui la meta mi sembrava così lontana e irraggiungibile quasi da rinunciare ma poi ad un passo dal traguardo ho preso la grinta per il collo e me lo sono tirato, il collo, per correre più forte e afferrare ciò a cui ambivo. I sogni si avverano sempre basta andarseli a prendere. Basta avere il coraggio di partire e sfidarsi un po', basta non avere paura di sbagliare, tutti fanno errori, la cosa importante è esserne consapevoli e custodirne l’insegnamento.

mercoledì 3 aprile 2013

Ogni donna, in fondo, sogna l'abito bianco


Ecco ci siamo.
Anch’io sono una donna come le altre.
Inutile pensare che non lo sia. Stupido credere che il morbo del matrimonio abbia oltrepassato la fermata davanti a casa di Blue. No, non è cosi.
Può averla scalzonata per un periodo, aver deviato il percorso dovuto dalla sistemazione del manto stradale, forse ha dirottato per questioni di pubblica sicurezza o forse, è stata rimossa temporaneamente l’arrêt obligatoire. Fatto sta che ad un certo punto della vita, a tutte le donne, viene la voglia di sposarsi.
È successo anche a me?
No. Non ancora per lo meno.
Ma questo non significa che non abbia mai pensato all’abito da sposa.
Non ho mai detto che non mi piacerebbe passare intere giornate a scegliere tra mille vestiti di stilisti da urlo, quello che sarà l’abito più bello della vita.