venerdì 18 novembre 2011

Così lontani, così vicini.


Intersezioni a raso, rotonde, intersezioni a livelli sfalsati, svincoli, sensi di marcia, stop, divieti, strisce pedonali, limiti di velocità e ancora svolta a destra o a sinistra, tieni dritto e curva pericolosa, semaforo rosso, divieto di transito o prestare attenzione all’incrocio a 300metri.
Qualunque sia il segnale stradale in cui incappiate, o le carrefour sul quale vi troviate ricordate che tutte le strade portano a Roma. È vero che non è sempre così facile, che a volte il percorso sarà tortuoso e spesso non verrete avvertiti, che non vi accorgerete della segnalazione preventiva prima di un dosso o di un vietato sorpassare con linea continua. Vi troverete in situazioni in cui è necessario rispettare il limite dei 50km in prossimità di un centro storico, anche se il vostro temperamento passionale e impulsivo schiaccerà il piede sull’acceleratore facendovi arrivare una bella multa con tanto di fotografia.
La vita è una strada. Con tutti i nessi e sconnessi dell’asfalto, con i pericoli e i rischi collegati alla marcia verso l’obbiettivo, con le gioie e i dolori di un paesaggio mutevole. È una pista ad ostacolo, un viaggio che ci proietta esclusivamente in avanti senza possibilità di ritorno. La vita è un’esperienza unica ed entusiasmante. La vità è, comunque vadano le cose, un esame meraviglioso.

Specificando questo, allora il quesito che la notte mi ha portato è se vi siete mai sentite, in qualche modo, legate ad una persona anche se questa vi sta lontana e il fato non unisce i vostri esseri. È possibile che due persone siano così lontane ma nello stesso cosi vicine per vicende, memorie, obbiettivi e amore? Può succedere di separarsi e poi rendersi conto che questo distacco era necessario per capire che in realtà le vostre menti sono più affini di quanto non crediate? È pensabile essere intellettualmente somiglianti nonostante ci siano state deviazioni di marcia? Due persone possono vivere lontane con il corpo ma essere adiacenti con l’anima?
Per me la risposta è SI.

Non sono certa che succeda a tutti, non credo che la sensibilità sia la medesima per l’intera specie umana, ognuno di noi ha la sua. La mia potrebbe giurare che esiste un legame inscindibile con alcune persone passate nella mia vita.
Come una corda che si è spezzata per un attimo ma, poi, ho riannodato forte forte, la mia esistenza va di pari passo con quella di una persona che ho amato molto e che, ad oggi, ancora sento dentro prepotentemente. Non si tratta di amore, in quanto dopo anni che non ne hai più notizia, l’amore sparisce, diventa evanescente,  un solo ricordo, si tratta piuttosto di consapevolezza di un’energia che rimane sospesa, che ti attraversa sottile marcando un segno.

Ci sei stato, ci sei e ci sarai sempre anche quando non ci sarai più, ti dicevo.
Lo sapevo e stanotte al ripensarti mi scappa un sorriso nervoso, mi si pronuncia una ruga nata sul mio viso stanco, mi si corruccia la fronte e gli occhi si riempiono di sentimento. Siamo anime gemelle anche se non dividiamo lo stesso letto, anche se i nostri sguardi non si investono, anche se i nostri odori non si amalgamano.
Siamo legati per l’eternità, TU e IO, nonostante tutto e per SEMPRE.

La gente crede che un'anima gemella sia la persona con cui crei una coppia perfetta, ed è quella che tutti cercano. Ma una vera anima gemella è uno specchio, la persona che ti mostra tutto ciò che ti impedisce, che ti mette in luce la propria attenzione affinchè tu possa cambiare vita. La vera anima gemella è la persona più importante che conoscerai, perché demolisce le tue pareti e ti schiaffeggia per svegliarti...

10 commenti:

  1. Amour...siamo sulla stessa lunghezza d'onda! Ultimamente sto attraversando un periodo un pò strano perchè mi sento come di fronte a un bivio, in cui è impossibile percepire quale possa essere la scelta giusta......e in questa settimana, chiusa in me stessa, ho elaborato lo stesso identico pensiero!!! In fondo...al cuor non si comanda! :) un abbraccio forte!
    LiDì

    www.fashiondeliz.com

    RispondiElimina
  2. Essì, alcune persone passano come un uragano nella nosta vita e nonostante il tempo e le distanze..spesso non riusciamo a cancellarle, o non vogliamo...non so!

    RispondiElimina
  3. La mia risposta è si. Mille volte si. Un miliardo di volte si.
    Ci sono legami che sono semplicemente destinati ad essere. Anime vicine anche se fisicamente lontane. Lacci invisibili, impossibili da recidere. Quando ne trovi uno, hai la certezza che durerà in eterno.

    Bellissima la metafora della vita come una strada.

    Ti voglio bene. Antonia.

    RispondiElimina
  4. L'anima gemella, che sia quel qualcosa di "forte" di cui parlavamo oggi? Quelle sensazioni che vorremmo non ci lasciassero mai,perchè sono aria per le nostre narici e i nostri polmoni,sono quel pizzico di sale che dà sapore ai nostri giorni e ci fanno andare a letto col sorriso. L'anima gemella,quella che hai incontrato,non ti lascerà mai, perchè i ricordi non muoiono,sono vissuto e saranno sempre lì accanto a te a ricordarti quanto è stato bello amare e darsi a quell'anima gemella.
    Mi ha fatto piacere chiacchierare con te,cara amica. Grazie di esserci.

    RispondiElimina
  5. Care Lidì, Cry, Antonia, Carrie,

    "Forse siamo noi le anime gemelle l’una delle altre; lasciamo che gli uomini siano solo quegli straordinari ragazzi carini con i quali divertirsi”. Charlotte York

    CHISSà MAGARI è PROPRIO COSI..

    VI ADORO

    RispondiElimina
  6. ''Ci sei stato, ci sei e ci sarai sempre anche quando non ci sarai più, ti dicevo'' questa frase mi fa impazzire. A me è successo questo cara Blue, ma non con un amore, ma con una amica che è stata mia gemella siamese per 18 anni. Poi la corda si è spezzata, siamo volate via. Ma al ritrovarsi ci siamo scoperte con lo stesso legame indissolubile.
    Non ci sentiamo, abbiamo due vite diverse, ma lei è presente, nei miei sogni, in un sorriso strappato per un ricordo buffo. Si, cara Blue credo in questi legami.
    J'adore mon Blue (mmm ho scritto corretto? :-)

    RispondiElimina
  7. Per me l'anima gemella è l'altra metà della mela per intenderci...insieme un'unione perfetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. Il distacco è fondamentale passaggio di alcune situazioni. Solo di alcune. Quelle che veramente meritano di essere decantate per essere comprese, perchè sono davvero profonde e la superficialità dell'immediato non rende loro nè giustizia, nè reale interpretazione. Baci mia cara.

    RispondiElimina
  9. E' struggente,
    quanto entusiasmante,
    vedere l'amor patire
    generare rare perle, ricche di grandi verità.
    E noi tutti ne possiamo usufruire,
    donandoci ispirazione, vita,
    senso di eternità.
    E raccogliendo queste emozioni
    si crea un oceano di splendide parole,
    che crano sfumature sempre diverse.
    Queste parole ci mostrano la realtà,
    e da essa ci fanno fuggire.
    Ma continuiamo a produrle,
    perchè abbiamo letto che
    Sopravvivono al nostro trapasso-
    Quindi nello scriverle
    e nell'essere lette ci rendono Divini.
    Perchè solo un Dio ama all'infinito.

    RispondiElimina