mercoledì 24 agosto 2011

Pelle di cocco e profumo di bruciato


“L’estate sta finendo e un anno se ne va, sto diventando grande e lo sai che non mi va…” con queste parole oggi mi accorgo che nonostante il caldo incessante l’estate se ne stà andando a suon di 44° umidicci. Le giornate si accorciano, il lavoro ha ripreso i suoi normali ritmi e nelle vetrine dei negozi troviamo già le collezioni autunnali con maglioncini a collo alto e pantaloni color terra.

Abbiamo già voglia di capelli castani e rossetti MAT-tonati, le unghie dei piedi si smaltano di rouge-noire e il fondotinta, che ormai era nel dimenticatoio da mesi, è ritornato magicamente in auge nel beauty delle Vuitton consumate. Il calore di questi giorni è stato un vero e proprio massacro, io me ne sono stata tutto il giorno a sciogliermi davanti al ventilatore tentando di trovare una posizione che non mi facesse sudare, mi sono trasformata in una contorsionista addestrata nell’ardua ricerca di un soffio d’arietta che desse anche la minima sensazione di frescura. Le ho provate tutte; doccia gelata, ghiaccio sui polsi, thè alla vaniglia e camomilla shakerato, bagno di menta ai piedi e capelli annacquati sul collo che quest’inverno mi daranno emozioni forti dati dalla cervicale. Pensieri che volano, giorni che si consumano aspettando la nuova stagione che, come sempre, vedrà le amazzoni bolognesi destreggiarsi tra locali e feste mondane, dove cocktail e champagne scorreranno a fiumi per raccontarci le avventure passate in questa torrida temporada.


Allora stasera, come sempre, davanti allo schermo con una scarsissima voglia di lavorare, penso a cosa organizzeremo per il grande ritorno in pista delle amiche di sempre. Al solito in Top Ten, tutte insieme, con tacchi vertiginosi e gonne corte spettineremo i maschietti allupati con le nostre cavalcate da valchirie agguerrite, varcheremo la soglia del portico del Pavaglione e con fare da “uomini tremate le gnokke son tornate” ammiccheremo sorrisi abbronzati e cattureremo sguardi di maschi svampiti. Sarà la corsa all’abito più bello o alla capigliatura più selvaggia, al leggins tigrato o alla canotta troppo sbracciata, sarà la sfilata dei colori sgargianti e dei lipgloss luccicanti che giunto ai profumi esotici e all’odore di pelle bruciata al sapor di cocco consacrerà il nostro ritorno.

Cosa è rimasto delle nostre vacanze, cosa se n’è andato e cosa ha lasciato, chi ha visto cosa e quando, parole disperse nell’aria mentre avvicineremo alle labbra un sushi tiger-roll e ripenseremo a ciò che siamo state in questo interminabile tempo che abbiamo trascorso lontane.

Vi chiamo al rapporto ragazze/amiche perché AspassoconBlue ha bisogno di voi e delle vostre storie, perché nella piscina di Champagne non posso immergermi da sola e perché senza di voi nulla di quello che scrivo sarebbe possibile.

Solito giorno, solita ora, solito bar di sempre. Io, voi, Noi anche questo Settembre.

Pensiero della notte. RICORDATATEVI DI ESSERE FELICI. sempre

14 commenti:

  1. Molto bello questo post, mi fa sperare che l'inverno arrivi presto...oh come vorrei che fosse già quasi qui!
    A presto

    RispondiElimina
  2. Settembre ha il potere su di me come l'inizio di un nuovo anno: un sacco di propositi in vista di una nuova stagione. Perdere un kg? forse 2? Rivedere gli amici che vedo di rado? Una lunga lista di cose da comprare? Insomma, per me ogni settembre è un punto di inizio, tirare le somme su cosa devo assolutamente fare. Bacioni Blue****

    RispondiElimina
  3. E' vero, le città si stanno riempendo di nuovo,tutto sta tornando alla normalità, ormai l'estate sta finendo (o almeno spero perchè non ne posso più di questo caldo).
    Dalla descrizione sembrate davvero ragazze sex-and-the-city (che io adoro)!!!bacì
    http://thelawoffashion.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Come ti adoro, hai sempre le parole giuste per tutto! Ricordati di essere felice anche tu e buon ritorno sui tacchi vertiginosi cara ;)

    RispondiElimina
  5. conquista e distruggi è il pensiero che do io a te visto il vostro ritorno alla ribalta su tacchi vertiginosi e maschietti allupati! bel post, purtroppo vero, l'estate è veramente finita. ma allora perchè il caldo ancora no? o.0
    M.

    RispondiElimina
  6. Ho già posato anche io gli occhi sulle vetrine dove a parte il solito grigio ed il solito nero predominano il senape e il terra bruciata e anche noi come te quando siamo a casa stiamo davanti alla pala quando non siamo a bagno, Alice Ginevra sguazza nella sua vaschetta e nei centri commerciali, dove il fresco la fa addormentare all'istante dopo la tittata. Siamo ancora dentro questo limbo rovente, ma come dici tu, con la mente proiettata su settembre e sul nuovo.
    Un bacione da tutti e tre
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Pronte, si torna in pista!
    BACI e buon inizio di visione vetrine!

    RispondiElimina
  8. Cara Blue, da ragazzo ero molto triste quando stava per finire l'estate, quandi i Righeira fecero questa canzone mi facevano pensare agli anni che corrono, ora l'autunno lo preferisco anche perche' continuo a vedere donne quasi color cioccolata, proprio stasera ammiravo una amica dalla pelle ben abbronzata, poi ci copriamo e non ci accorgiamo quando questa abbronzatura sparisce.
    complimenti per i tuoi modi di scrivere,a mio avviso potresti scrivere romanzi, ti saluto.
    gaetano

    RispondiElimina
  9. Bel post! :)

    http://preziosa.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. E' proprio vero...Anche questa estate se ne stà andando...Ma non ho ancora voglia di vedere le vetrine con abbigliamento invernale...Mi mette una tristezza...

    RispondiElimina
  11. Carissima amica,finalmente ti ritrovo nelle bellissime parole che ogni volta sanno tenermi lo sguardo fisso sulle tue pagine. Sono un pò stanca anch'io dell'estate e non vedo l'ora di un pò di fresco e della solita quotidianità che l'estate tende a stravolgere. Spero di sentirti presto fuori dal web e scusami per la latitanza. Un abbraccio sincero

    RispondiElimina
  12. Sono tornata Blue. Sul mio blog e sul tuo. Nella mia vita non ancora, non del tutto, non completamente. Ti chiedo scusa per l'assenteismo, ma sono felice di ritrovarti grintosa come sempre, il mio eterno ed inossidabile modello di donna. Ti amo come il primo giorno, e ti sono amica sempre.

    Un sorriso. A.

    RispondiElimina
  13. di latitanza non è mai morto nessuno.. io ne sono la prova.. vivente!
    buone vacanze, se ancora ne hai!
    bacione

    RispondiElimina
  14. Ehi intanto grazie di essere passata da me...lo apprezzo moltissimo!!! E' vero l'estate sta finendo e, almeno per me, e' anche arrivato il momento di cresce. Finita l'Universita ora mi devo mettere sotto, rimboccarmi le maniche e creare qualcosa per il futuro. Decisioni difficili si stanno susseguendo e il mio stress pre vacanze e' tornato a farmi compagnia...che carino... Ehehehe comunque rimani a farmi compagni!!! Un bacio

    RispondiElimina