mercoledì 6 luglio 2011

Luglio col bene che ti voglio...

E poi ti alzi una mattina e ti rendi conto che il tempo è passato, che nonostante i tuoi sforzi immani 365 si sono susseguiti attimo dopo attimo, ti accorgi che hai un anno in più e 7 capelli bianchi sulla testa che prima non c’erano, fai un’analisi attenta delle tue rughe e per fortuna il tuo amato chirurgo è riuscito a riempire di botox quei segni tremendi dati, un po’ dall’età e un po’ da quei 6 kg in meno che hai perso lungo il cammino che ti ha portata fin qui. Tra tante cose che hai smarrito per fortuna altrettante ne hai acquistate. E ti ritrovi a pensare dalla tua postazione Mac a riflettere sul fatto che sei una donna più sicura sul lavoro, che non ti trema più la voce davanti ad una stanza gremita di gente e che sai sostenere anche da sola un discorso importante portando il fulcro dove vuoi tu. Ti accorgi che se presenti un progetto viene approvato perché hai il potere di farti ascoltare e finalmente ad una riunione che deciderà le sorti della tua vita le persone ti presentano con il tuo nome elencando particolari del tuo curriculum che nemmeno tu ricordavi.




Ogni giorno quella gru che ti solleva e ti fa posare il piede giù dal letto lavora instancabile perché tu possa renderti presentabile al mondo, e sai perché? Perché tu a questo mondo servi davvero, servi per intessere quella ragnatela fittissima di relazioni che ti faranno riuscire in ciò che vuoi essere, servi per far divertire la gente, per fare cultura o donare arte e per gridare al mondo intero che stai scrivendo incessantemente per regalare sorrisi e serenità. Servi alle tue amiche quando hanno dei casini indescrivibili, quando hanno bisogno di fare il test di gravidanza perché hanno un ritardo di 15giorni, quando non sono in grado di essere lucide nella scelta del fidanzato o quando banalmente hanno bucato la ruota della Smart e necessitano di un soccorso immediato in AutoBlu con il tuo autista.  Servi alle sorelle, partendo dalla tua che è sempre un gran casino e arrivando a quella del tuo ex fidanzato con la quale hai un rapporto stupendo nonostante tutto. Servi ai tuoi vicini di casa che hanno trovato in te la facciata sempre allegra e la donna in carriera sempre sorridente, quante volte hai sentito mormorare che prima del tuo arrivo l’edificio era spento e nessuno si conosceva e quante volte hai udito che sei un raggio di sole in una giornata uggiosa o l’arcobaleno dopo la tempesta. Quante volte aprendo la porta di casa hai incrociato sorrisi e scambiato chiacchere con Paolo, Giorgia, Alberto, Mario, Giulia, Dario, Federico e altre adorabili persone che ormai fanno parte della tua vita.

Cara Blue scrivo queste cose per convincerti che non sei tu ad essere in errore per essere cosi come sei ma per ricordarti, non sia mai te lo fossi dimenticata che tante persone ti amano e che è sciocco rimanere in stand by un anno intero imprigionata nei ricordi di un amore che non c’è più, è inutile farlo perché ciò che ti riserverà il futuro ti renderà così felice che nemmeno riuscirai a crederlo. Ti sveglierai una mattina sollevata dalla solita gru (trasformata per l’occasione in una gru d’orata di Wim Delvoye) e finalmente riderai di te stessa prendendo un cappuccino tiepido e mangiando la brioche alla marmellata di lamponi che ami tanto. Bacerai il tuo cane e ti guarderai intorno sorprendendoti di quanto è bella la tua nuova casa e aprirai l’armadio scegliendo tra gli innumerevoli vestiti quello più colorato e in linea con il tuo umore.  Aprirai il giornale e ci troverai scritto il tuo nome e allora sì che ammiccherai un sorrisetto diabolico e non farai caso al messaggio smielato e inopportuno che in quel momento arriverà sul tuo telefono. Non te ne fregherà più nulla di chi ti ha massacrato l’anima ma ti interesserai solo della tua felicità; fatta di cose, di arte, di amicizia, di scrittura ma soprattutto di persone. 


E allora a quel paese i pianti sul lavandino a forma di cuore, impiantato nel tuo bagno FrenchStyle a righe bianche e rosa, a quel paese le sue mutande radicate nei cassetti del tuo guardaroba nuovo, a quel paese le sue lettere d’amore nella scatola delle nostalgie e i suoi sms di ordinanza memorizzati sul tuo Iphone fucsia shocking . Nel cestino i calzini, le magliette, le foto, le scarpe, l’accappatoio blu e i libri che ti ha regalato, al macero le sue ricette da chef stellato, i suoi consigli e il suo essere tranquillo come sotto l’effetto di hashish, lontano da te i ricordi delle vacanze passate insieme, i suoi baci appassionati, le notti d’amore e il suo bacino che si incastrava perfettamente al tuo.




Da oggi, largo alla nuova Blue, alla sua e ripeto sua nuova maison e al suo nuovo universo che comincia nell’attimo stesso in cui ha perdonato l’uomo che le ha spezzato il cuore.






18 commenti:

  1. Oltre alla miriade di persone che hai stilato.. servi a noi, tue follower! sei come una droga non possiamo fare a meno di leggerti..il tuo blog è come un libro a puntate, non possiamo perderci l'ultimo capitolo! Mi dai il buongiorno, prima di iniziare a lavorare e sei il mio sorriso stampato davanti al mac. Basta pensare al passato, vogliamo leggere capitoli scoppiettanti quest'estate, di una nuova Blue. E il bagno? stupendooooo ti prego ti scongiuro postaci altre foto!

    RispondiElimina
  2. Ciao Blue,credi sempre in te stessa perché come hai detto c'è tanta gente che ti ama e per cui sei importante,sei una donna meravigliosa e lo dimostrano queste tue parole e l'amore per lui che hai fortemente provato da quello che racconti. Ma la vita va avanti e non c'è persona migliore da cui ricominciare se non da te stessa. Devi essere il centro del tuo mondo. Certe storie servono anche per crescere e maturare,così come pian piano io sto maturando più consapevolezza sulla mia. Non sara' un amore finito a ostacolare la tua vita,hai un futuro raggiante e quando la vita lo vorrà potrai avere a fianco la persona che meriti,altrettanto stupenda quanto lo sei tu. Ti stringo forte amica.

    RispondiElimina
  3. La consapevolezza che hai raggiunto di te stessa ti aiuta a vedere le cose in maniera più nitida!!!Lo dici anche te nel post che il futuro ti riserverà tante sorprese, sicuramente sorprese fantastiche, sembra retorico dirlo, ma tra qualche tempo ci racconterai nuovi incontri, nuove esperienze, che ti faranno accantonare i brutti pensieri, perchè anche le esperienze più brutte non si devono rimuovere dai nostri ricordi!!bacììì
    Ti seguo..Ale
    http://thelawoffashion.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Cioè, ma scherzi? Tu un lavandino così bello lo usi per piangere? Ma sei pazza o cosa? Io ci organizzerei un mega party, con abiti bellissimi e uomini aitanti da usare come bambocci per poi scordarseli il giorno dopo, drink ghiacciati e musica a palla. Allora, quando la facciamo? :D

    Coraggiosa Blue, io sono tra quelle persone che ti amano, e ti amano profondamente, per come sei. A pezzi o tutta intera. Grigia o colorata. Serena o casinista. Perché tu sei una forza della natura. Inimitabile.

    Un sorriso. A.

    RispondiElimina
  5. fate largo arriva BLUE!!!!!!!!!! come si dice dalle mie, SPACCA TUTTO!

    Ps... i lavandini doppi mi han sempre dato sensazioni di distacco divisione, lontananza... ma assolutamente degustibus quindi...

    RispondiElimina
  6. Ciao!!!complimenti per il tuo blog....che bello il tuo lavandino!!!!

    RispondiElimina
  7. Siamo felici di far parte della tua vita, di essere persone con cui hai condiviso il tuo sorriso, il tuo profumo ed i tre ginfitz in un sorridente mercoledì sera. Siamo felici delle emozioni che ci hai donato presentandoci il Maestro. Siamo felici perchè ci hai donato quella positività che rischiavamo di perdere. Siamo felici di condividere con te le tue gioie ed i tuoi progetti. Siamo felici di condividere con te i nostri sogni e la gioia che sta per arrivarci. Siamo felici per la tua decisione di essere libera e felice.
    Buona serata by Luca&Sabrina

    RispondiElimina
  8. Da quello che ho avuto modo di leggere di te posso dire con assoluta certezza che sei una donna meravigliosa: simpatica, intelligente, sensibile carismatica..credimi, non ti manca niente! Inizia a scrivere un nuovo capitolo della tua vita, vedrai che sarà il più bello e appassionante!

    Ps: Abbiamo dato lo stesso titolo al post ;)

    RispondiElimina
  9. Sei bravissima, un'emozione.
    Comunque com'è questa storia che procediamo a passi lunghi e ben distesi in terra di lavoro e facciamo i gamberi nella vita privata?
    ...Dobbiamo capire!

    RispondiElimina
  10. ...Ciao, arrivo qui dal blog di Eli, questo post mi è piaciuto un sacco, ma soprattutto mi è piaciuto un sacco il tuo bagno. Ma davvero hai un bagno così? Pensavo esistesse solo nella fantasia una cosa del genere...è bellissimo!
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  11. Carino questo blog, infatti mi sono subito unita ai tuoi lettori fissi, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  12. Se ti va di passare da me c'è un bellissimo Giveaway!
    xoxo

    RispondiElimina
  13. una pagina di diario degna di nota...poi mi dai l'indirizzo del chirurgo che ti ha spianato le rughe, credo di averne bisogno. un bacio

    RispondiElimina
  14. Non ci sono parole, hai già detto tutto tu!!! Come sempre bel post!!! Bacio Elena (urbanlife)

    RispondiElimina
  15. "ciò che ti riserverà il futuro ti renderà così felice che nemmeno riuscirai a crederlo"...Blue carissima, ripetitelo come un mantra tutte le mattine quando ti svegli e la sera quando ti addormenti. E' importante. Credi in te, nella tua affermazione, nella tua indipendenza ma anche e tanto nell'amore. Non smetterò mai di ripeterlo. Stai facendo una strada bellissima e andrai un po' più veloce se chiuderai l'armadio dei ricordi. Io ti seguo e sono felice di averti incontrata! Bologna, di questi tempi, è magica.

    RispondiElimina
  16. Bellissimo post :)
    E bellissimo il tuo bagno :)
    Largo alla nuova Blue!



    Xoxo Mara

    RispondiElimina