sabato 11 giugno 2011

Bacio, l’ABC dell'amore.

Se è vero che una notte d'amore magica inizia e finisce con un bacio allora è altrettanto vero che il bacio è il termometro della nostra passione, del nostro modo di rapportarci con l’altro e del nostro fare l’amore. È un campanello dell’ultimo piano che suona dolcemente per sapere se all’interrato apre qualcuno, è la pausa pranzo prolungata che passando dall’aperitivo arriva alla cena e a volte si spinge oltre. Il bacio è la nostra virgola sentimentale, il primo passo per amare e per capire se si è amati se pur per pochi attimi. Questo gesto cosi naturale è talmente tanto intimo che ogni volta che ci succede sembra farci dimenticare che il mondo continua ad andare avanti e noi siamo li a dimenare le nostre bocche e le nostre lingue ardenti e indaffarate, questo meraviglioso momento che non vorresti finisse mai anticipa con un brivido che sale imperioso e prepotente ciò che poi ti farà rotolare tra le coperte di fresco cotone rosso e tra cuscini di piuma morbida e accogliente.

Non si bacia in tutto il mondo e soprattutto non si vede questo gesto sempre nello stesso modo, in Cina per esempio l’atto del baciarsi viene ritenuto poco igienico e talvolta maleducato, in Giappone non ci si bacia e se lo si fà ci si guarda bene dall’avvicinarsi alle labbra dell’altra persona, per gli eschimesi è lo strofinarsi del naso che esprime ciò che per noi è sensualità e affetto, per i Russi anche gli uomini possono praticarlo sulle labbra come saluto e negli ambienti nobili si suole darlo sulle mano, il famoso Baciamano.
Naturalmente io quello che preferisco è il bacio alla francese, cioè quello che consiste nell’assaggiare la lingua del partner e avvinghiarla con la propria cercando emozioni che coinvolgono in maniera molto forte il nostro cervello. Voglio parlare di quel momento che provoca una vertigine nell'altro e manifesta una condizione di completo godimento, voglio analizzare quel primo passo che ci avvicina all’atto sessuale ed è il preliminare di un presente e futuro piacere che ci porterà all’orgasmo.

Spesso mi chiedo se il modo di fare l’amore di una persona possa essere riconosciuta oltre che dai gusti alimentari anche dal modo in cui bacia. Mi pongo quesiti e rifletto ma poi arrivo sempre alla stessa conclusione. Spesso amiamo come mangiamo e come baciamo.

–BACIO LASSIE– Come mi devo comportare quindi, se incontro uno che in preda ad un raptus di desiderio tira fuori la lingua di mezzo millimetro e lentamente ma molto lentamente me la introduce in bocca standosene impalato come un crociato sotto al portone di casa in attesa che io fuoriesca le chiavi per farlo entrare? Beh, decisamente torna a casa Lassie, questo non è il luogo per te dovresti andare a fare un corso accelerato di allungamento di lingua o quantomeno di movimenti corporali per non sembrarmi un fossile mentre io sono eccitata.

–IL SERPENTE– E se dopo un gelato alle nocciole il mio viso è tutto pieno di residui e un uomo si avvicina e tenta di baciarmi aprendo a malapena la bocca e sguinzagliando la lingua a sonagli a tutta velocità cosa faccio? Se di fronte mi trovo un Visitors con un organo del gusto biforcuto e maleodorante come scappo.?  Beh, mi do alla fuga… non ho nessuna intenzione di rimanere li a farmi spazzolare la bocca da un essere che ha preso esempio da Speedy Gonzales e che mangia cipolla Tropea a colazione  mentre io mi faccio i gargarismi con l’acqua di cocco.

–BACIO a CANE– Se poi è una calda serata di giugno e decidi di andartene a fare un giro in moto con un amico che ti porta sui colli per farti vedere la luna, arrivati ti racconta delle stelle e di quanto tu assomigli ad una di quelle ma poi al momento di baciarti ti lecca la bocca, il naso e pure le orecchie insieme lasciandoti tutta la bava da cane Corso addosso, allora inventati un malore improvviso e corri piu forte che puoi. Non c’è rimedio ad uno che al primo appuntamento già ti morde ovunque e lascia tracce sgocciolanti di saliva sul tuo viso, vuole sicuramente nascondere che è una frana in tutto e per tutto riversando la sua “maldestrità” in questo primo approccio, immaginalo nel letto !!! NOOOOOO.

– LINGUA GROSSA– Poi c’è quello che –“Dio chi ti ha insegnato a baciare ti prego dimmelo che vado a farlo diventare professore all’università cosi le prossime generazioni saranno più fortunate della mia”–. Quello che con la lingua grossa, apre la bocca perfettamente, entra occupandoti il cavo orale senza essere invadente, si muove come se non facesse altro tutto il giorno, il suo profumo incantevole inonda le tue narici e la sua saliva fa vibrare le tue papille gustative. Purtroppo di questi ne esistono pochi perché se li sono già presi tutto, quindi PICCHE.
Ma se lo incontri tienilo ben stretto a te e non farlo più andare via. Se hai sentito che ha toccato le corde del tuo violino emettendo un leggero suono vibrato allora sei a cavallo o per lo meno ci sarai tra poco perchè questo è l’uomo giusto che farò di te una donna con la D maiuscola.




Il bacio, ognuna di noi ne ha uno preferito e ognuna di noi lo incontrerò nel cammino della sua vita.

Il mio bacio non è quello che si esprime con i bigliettini Perugina ma quello che parla attraverso il cuore. E il vostro?

8 commenti:

  1. Bellissimo questo post Blue! Certo un po' sono spaventata di incontrare un giorno sulla mia strada un tipo alla Lessie o peggio ancora un serpente a sonagli e spero vivamente che nel mio destino non sia scritta la loro presenza! Il bacio e' qualcosa di dolce,romantico e passionale. Ci sono stati dei momenti nella mia vita in cui un bacio iniziato in un modo e' poi finito nel modo opposto,prima lento e delicato,poi pieno,assaggiato e gustato fino all'ultimo.
    S. dice che quando mi bacia e facciamo l'amore le mie labbra diventano diverse, "cicciose" per usare le sue parole...adesso pero' mi stai facendo vagare con la mente tra ricordi bellissimi ed e' meglio che mi fermi.
    Buona serata tesoro e buoni baci!

    RispondiElimina
  2. "Se hai sentito che ha toccato le corde del tuo violino emettendo un leggero suono vibrato allora sei a cavallo o per lo meno ci sarai tra poco .."
    Tu sei geniale. E un po' pazza :D

    Ti adoro ..

    Un sorriso dolce. Antonia.

    RispondiElimina
  3. eccolo qui il tuo nuovo geniale post.
    a volte alcuni sono davvero meravigliosi perché mentre leggi i ritratti dei baciatori ridi e pensi oddiooo ma allora non è capitato solo a me!!!!!
    mamma mia, da ridere fino alle lacrime.
    Ma la vera domanda a cui vorrei qualcuno mi rispondesse è questa:
    ma per questi pessimi baciatori (visitor o lassie che siano) è normale baciare così?!?
    cioè si rendono conto oppure no????

    grazie per le tue parole, sempre divertenti pungenti e che invitano alla riflessione.
    ora vogliamo nuove pagelle!

    un abbraccio

    e...segui le mie novità sul blog!
    tua
    diana

    www.dianaprincebeauty.com

    RispondiElimina
  4. @ Carrie non ti spaventare nel cammino verso la felicità incapperai in uomini di tutti i generi e di conseguenza anche in baci che vorresti dimenticare ma questo ti farà capire ciò che non vuoi e ciò che invece vuoi. è la vita mia piccola amica. TI SEGUO SEMPRE ora mi ascolto la meravigliosa Lady Gaga nel tuo blog. bacioni immensi

    @ Antonia tesoro mio. sai come la penso e sai che non sono una che manda a dire le cose. a Cavallo evviva speriamo... ti abbraccio forte dalla postazione vacanziera bolognese che è quella che amo di più. TI SEGUO

    @Diana i baciatori pessimi sono sempre in agguato e come ben sai sono sempre convinti di essere i miglior amatori della terra. é un po come quelli con l'alito che puzza che ti stanno sempre troppo vicino. MA PERCHè... ti adoro e ti seguo sempre passo da te oggi stesso. bacioni

    RispondiElimina
  5. Baciare per me è intimo quanto fare l'amore, è un coinvolgimento fisico-cerebrale che mi provoca ondate e formicolii dalla punta dei capelli a quella dei piedi. Quello che ti chiedi, cioè se c'è una correlazione tra il modo di baciare e di fare l'amore di una persona, me lo sono chiesta anche io. Personalmente penso di sì. Ognuno può millantare mille abilità, mille doti, ma di fatto ci sono particolari che secondo me sono in stretta connessione con il lato intimo di ognuno di noi e lo svelano se solo ci si presta attenzione. Oltre al cibo che è piacere anch'esso, prima cerebrale e poi fisico, anche il bacio e il modo in cui una persona ti sfiora con lo sguardo, ancor prima che con le mani. Odio i rapporti meccanici, banali e da palestra, fare l'amore per me non è questo, è abbandonarsi e scivolare, su una coperta, sul pavimento, dentro le voglie, liberando completamente la propria essenza, zero filtri, zero freni. I baci che preferisco sono quelli che mi conducono qui.
    Un bacio
    Sabrina...e Luca che è al lavoro, ma stasera leggerà

    RispondiElimina
  6. ahahahahahha! Genialeeeee!
    Soprattutto per i suggerimenti sulle scappatoie, assolutamente da mettere in pratica in certi casi!^^
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. Simpatico il post ;)!
    Una persona a cui tengo molto ha appena aperto un blog nel quale perlerà un pò di tutto....ti andrebbe di passare?grazie anticipatamente
    baci :*
    http://themyluckystyle.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. @Anonimo _grazie per essere passato da me...con grande piacere faccio una visitina al blog che mi hai suggerito..un abbraccione

    RispondiElimina