domenica 29 maggio 2011

Il Diavolo veste Blue

Tra inferno e paradiso io ho sempre scelto l’inferno, tra l’insalata e tagliatella sicuramente tagliatella, tra estate e inverno sempre estate e tra un film domenicale e una serata di Movida, senza dubbi discoteca fino alle 5 del mattino. È inutile io sono proprio un animale diabolico, di quelli che prediligono il caldo al freddo, il bello al brutto, la passione all’astinenza. Un essere che ama incondizionatamente senza pensare a ciò che succederà dopo, di quelle che prendono decisioni affrettate e che farebbero follie per vivere un’emozione forte. Una di quelle donne incapaci di mettere la ragione in una storia d’amore, che preferiscono passare una giornata intera a trastullarsi di baci piuttosto che pulire casa e trascurare l’uomo con cui stanno, di quelle pazze bellicose e “sessopatiche”  sempre felici perché innamorate dell’amore.
E allora io vi dico, cari i miei amici che se Dio creò la donna, il diavolo creò Blue. Se Dio creò l’arte il diavolo creò gli artisti,  se Dio creò l’amore il diavolo creò il sesso e se Dio creò il cibo sicuramente il diavolo creò i cuochi.


Non esiste nulla su questa terra che mi faccia star bene come un pranzo rilassato o una visita ad una bella mostra, e ancor di più, niente e ripeto niente che mi faccia passare il mal di testa come il pensiero che quando arriverò a casa mi butterò tra le braccia di chi amo mentre ancora il mio cervello starà metabolizzando quella intrigante scultura di Robert Gligorov e il mio palato starà per assaporare un delizioso trancio di pizza al kamut accompagnato da un vinello freddo e con tante bollicine.

Sono sempre stata così, non ci posso fare nulla, nella mia vita gironzolo tra musei, cucine e letti sfatti alla ricerca di emozioni che alimentino il mio cervello e mi facciano apprezzare la meraviglia del quotidiano, sempre a caccia di storie da scrivere, piatti nuovi da degustare e artisti da scoprire, una talent scout con i fiocchi e i nastrini rosa sui capelli, una donna a tutto tondo che non ha paura di dichiarare al mondo che la nostra esistenza non può prescindere da alcune cose fondamentali che danno la mano ad altre e formano la ricca trama delle nostre esperienze. In fondo che vita sarebbe senza l’arte, la cucina e il sesso e che noia mortale se a tutto questo non accostassimo l’unica cosa, che secondo la mia cara nuova amica ApranzoconBea, ti cambia la vita: l’amore.

Allora io, “qui e ora” come diceva Foucault,  voglio ricongiungere il mio corpo con la mia anima e per farlo userò le armi che conosco meglio (chiedendo anche pareri ad esperti)  per ritornare ad essere quella che ero. Architetterò tratagemmi e inventerò pozioni magiche con erbe cipolline e infusi ammaliatori, mi specializzerò in brodini di carni saporite e zuppe di ortiche amare, unirò la carne con la frutta e farò un mojito con i petali di rosa. Non ci saranno limiti, non ci saranno divieti, non ci saranno scuse per ritrovarmi. Nella ricerca spasmodica dell’altra parte gemella di me, mi innamorerò di draghi, vampiri, e critici d’arte, rimarrò stupefatta da pentole, forchette e chef, poserò il mio sguardo su lenzuola, cuscini e colori che si amalgameranno coniando il mio Elisir di lungo amore.

Sarà un lavoro duro quello che stò per intraprendere ma adesso comincia la sfida, una nuova vita con la consapevolezza che dalle cadute ci si può rialzare e se anche ad abbatterti è stato ciò in cui credevi di più non devi disperare… ci sarà sempre qualcosa di più forte che ti farà rialzare.  Ci saranno nuovi artisti, nuovi batticuori e nuove ricette da denudare.

Ci sarà Blue che con i suoi 34anni prenderà il cappello da Chef lo lancerà verso l’alto e lo lascerà volare via mentre il vento farà risuonare la sua canzone preferita “Free_Ultra Natè 1996” ricordandole di quando era ragazzina e ballava spensierata sotto la pioggia della spiaggia di Riccione.

29 Maggio 2011 buon compleanno a me...oggi sono una donna libera di ricominciare e io ricomincio AspassoconBlue.


Dio fece il cibo ma certo il diavolo fece i cuochi.. (James Joyce)



8 commenti:

  1. I piaceri della vita,mia cara Blue, come poterci rinunciare? Che mondo sarebbe senza questi spiragli di gioia che ci allietano tra una delusione e l'altra? Sono molto vicina al tuo modo di pensare sulla vita,fatta eccezione per le discoteche che non ho mai amato purtroppo! Vivi la vita come più ti piace e come più si adatta alla tua persona,fregatene di tutti perché ci sara' sempre chi vorrà trovare il pelo nell'uovo, e anche gli errori che sembreranno ostacolarti la strada saranno ben voluti perché quella e' la strada che tu hai scelto di fare!
    Buona domenica cara. A presto

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto venire i brividi. Sono così felice di leggere quello che hai scritto, di sapere che hai preso il coraggio a due mani, e sei ripartita. Hai ricominciato. E non hai ricominciato da zero. No. Hai ricominciato da Te. E tu sei tanto, tu sei tutto.
    Sono fiera di Te, e ti auguro ogni bene che l'umana e la divina sorte possano concepire.

    Antonia.

    RispondiElimina
  3. Mi hai emozionata, mi hai fatto sentire bene, oh finalmente qualcuno che non ha paura di dire quello che pensa, che non si nasconde dietro stupide ipocrisie, che sa dare un nome a quelli che sono i piaceri della vita e quindi ha il coraggio di viverli a tutto tondo. Anche io sono così e spesso nell'esprimere i miei pensieri mi sono ritrovata davanti persone che si "scandalizzavano" o pensavano chissà che! Ecco perchè quando ho conosciuto il tuo blog me ne sono innamorata e ho sentito questa sorta di affinità.
    Un bacione
    Sabrina&Luca
    P.S. abbiamo ricevuto l'invito, scusa se non ti abbiamo ancora risposto, ma sono stati giorni senza tregua, meno male che dovrei rilassarmi, mi viene da dire. Tutto questo per dirti che ti mandiamo una mail al più presto e...faremo qualche salto mortale, ma riusciremo a esserci! Col Sasyr ti sei superata!

    RispondiElimina
  4. @Carrie tesoro sono che sei molto vicina a me anche nella passione che metti nello scrivere e nel vivere le emozioni. ti seguo sempre anche se in questi giorni ti sto un po trascurando.

    @Antonia sai quanto ti stimo e quanto ci intendiamo. ricominciamo da noi tesoro, gli altri arriveranno. ti bacio e abbraccio forte forte

    @Sabrina e Luca la mia grande fortuna/sfortuna è sempre stata quella di non avere mai paura di dire cio che sento, a volte ho avuto schiaffi pesantissimi e critiche per questo ma io vado avanti e sapete perchè, perchè la metà della mela esiste e un giorno quella metà capirà che avermi a fianco è molto di più importante che combattere contro i pregiudizi. Io sono fatta cosi amo fino alla fine e per sempre in modo sconsiderato e non mi preoccupo se sia troppo o se dire che amo fare l'amore possa suscitare scandalo...CHI SE SE FREGA. io amo l'amore.
    siete meravigliosi NON VEDO L'ORA DI ABBRACCIARVI


    Vi adoro tutti...scusate se sono latitante ma in questi giorni sono in follia lavoro.bloggers di Bologna riuniamoci

    RispondiElimina
  5. tesoro mio...♥
    Com'è possile che ciò che scrivi mi appassiona sempre tantissimo??? Già non vedo l'ora di poter leggere e ammirare le avventure della "nuova-vecchia" Blue..w la vita e l'amore!!!!
    un bacioneeeeee e non vedo l'ora di poterti abbracciare di nuovo :)
    LiDì

    http://fashiondeliz.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Forza d'animo condita da voglia di vivere si chiama.
    Mi piace quello che hai scritto, come lo hai scritto.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ti adoro donna diabolica su tacchi a spillo! Anche io sono così, fuori dagli schemi e sempre policamente scorretta! La vita è troppo breve per non viverla fino all'ultima goccia, sempre al massimo! E l'amore è l'unica cosa che fa girare il mondo! baci baci baci, voglio morire tra i baci^__^

    RispondiElimina
  8. Ciao!
    Mi piace tantissimo il tuo blog e quello che scrivi... un pò mi ci ritrovo!!!
    Sicuramente hai una nuova follower, ora torno a leggere qualche altro tuo post...
    Se ti va intanto ti aspetto da me!
    A presto!

    http://latonnina.blogspot.it

    RispondiElimina