domenica 6 marzo 2011

Bianca&Co.

Se è vero che gli uomini più belli della città li trovi a sistemare maglioncini firmati tra gli scaffali della bottega Barrow allora è anche vero che le donne più incantevoli e affascinanti le trovi a far salotto tra i tavolini in ferro battuto di “Colazione da Bianca”. Qui tra un caffè americano e una tisana Dammann alla vanilla, tra una fetta di Clotilde e un biscotto al burro a forma di conchiglia, si possono ammirare ogni giorno, decine di femmine stupende provenienti da tutte le parti del mondo. Ma non è solo un discorso di clientela, anche le collaboratrici e la responsabile sono davvero da capogiro. Sarà lo stile francese che caratterizza questo luogo o forse l’ambiente cosi accogliente e famigliare,  saranno le divise nere e arancio o i vassoi con teiere fumanti, fatto stà che qui si aggirano in poco più di 200mq un tale livello di bellezza da far perdere la testa ai passanti che vengono attirati, inizialmente, dalle due grandi vetrine che espongono vasi pieni di spumoni bianchi e soffici pasticcini spolverati di cioccolato e poi entrando rimangono sbalorditi per l'enorme quantità e qualità di signorine variopinte intente a far passare il loro pomeriggio.
C’è ne per tutti i gusti, fashion-girls che si preparano al weekend indossando miss borchiate e leggins American Apparel fluò, altre che mantengono un abbigliamento pulito e discreto con i loro bauletti griffati, chi si siede in modalità “treno in arrivo” sfoggiando creste bicolore e mollettine con cuoricini e farfalle e chi fa intravedere autoreggenti sotto la gonna un po’ corta non tanto per attirare sguardi ma per differenziarsi un po’ dalla massa di perbeniste che stanno fuori a spasso a criticare il mondo intero. Un pullulare di chiacchere tutte al femminile, tra le pareti vivaci e i divanetti color crema, tra cibi e bevante serviti con maestria da giovani donzelle che con ballerine ai piedi slittano da una parte all’altra della sala dispensando consigli per un pomeriggio migliore in compagnia dell’ultima infusione arrivata direttamente dall’Asia.

Ad accogliermi Marianne, la deliziosa responsabile che sgambetta velocissima sfoggiando uno splendido rossetto mat-rosso di Kiko, due orecchiette da topolina che ti fanno subito calare nel clima carnevalesco e con il suo fine e educato accento contornato da un sorrisone solare e sincero. Mi trova immediatamente un tavolino in posizione strategica in modo che io possa scrutare tutto ciò che succede intorno a me… 

Solito menù, solita domenica solito the con le amiche di sempre tra risate, confidenze, coriandoli e voglia di primavera.

Anche oggi sono qui, con la Capre, la Cry, la Vigno, La Lety, LA Stefy, la regina del Sahara e la Miky, mancavano solo OneRed e Cami in balia di un raffreddore fortissimo.


Anche oggi Colazione da Bianca ha vinto su tutti…TO BE CONTINUED…





Colazione da Bianca, Via Santo Stefano 1, Bologna

4 commenti:

  1. non mancava qualcuno????
    :D
    ottimo pezzo Blue.come sempre.

    RispondiElimina
  2. OneRed mancavi da morire...ma insomma con l'influenza nooooooo.... ti amiamoooooo....

    ps ..mancava anche la Cami...uffi...

    Blue

    RispondiElimina
  3. Caraaa...ma sai che non ci sono mai stata? ♥
    mi hai fatto proprio venir voglia di farci un saltino!!!!!!! baci baci
    LiDì

    http://fashiondeliz.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. DeLiz tesoro,


    tu sei da Colazione da Bianca devi assolutamente provarlo...

    ti abbraccio
    Blue

    RispondiElimina