lunedì 28 febbraio 2011

Mentre cammino...

Mentre cammino, penso e ripenso mi guardo intorno e scorgo una miriade di immagini, alcune mi piacciono altre meno; negozi, botteghe, panettieri, calzolai, donne uomini, cani, bambini che urlano, pakistani che invitano a comprare la frutta, allegre signorine che chiamano clienti… e io sono li che passeggio e penso alla gente che mi ruota intorno, al mondo che gira e sembra sempre lasciarmi ferma nello stesso punto. Mi blocco davanti ad una vetrina di scarpe e le osservo tutte come se fossero oggetti sacri su cui inginocchiarsi, come una bambina che aspetta il lekkalekka attendo che i miei occhi si posino su quel modellino rosso fuoco in pelle con tacco 12 e fiocco in raso. Nemmeno a dirlo in un batter di ciglia sono già a strisciare la carta di credito. Esco dal negozio e sono ancora più sola di prima con l’unica differenza che il mio conto in banca è sempre più deserto, ho fatto ossigenare i miei pensieri per un attimo ma le cose non sono cambiate. Mi chiedo se ci si può sentire soli in una città piena di gente e perché una donna con una vita ricca di tutto non riesca a riempire quel vuoto che pesa sulla sua anima cercando di occupare lo spazio con oggetti che rimangono il tempo di uno sguardo..? Abbiamo creato dimore perfette per persone abuluche e labirinti dai quali non riusciamo ad uscire pieni di  enigmi che non riusciamo a risolvere. 


È proprio vero che voglio essere single …? O è solo una condizione che mi impongo per non mostrare agli altri quanto sono infelice..? 
Se sei sola vuoi essere accompagnata e quando sei fidanzata vuoi tornare a vivere da ragazzina…questo non essere mai soddisfatte di ciò che si ha ci ha portato a questo…?!!!

Madrid ore 17, ho appena preso un caffè da Pan&Company mi prendo il tempo di respirare e passeggiare un po’ in direzione Paseo del Prado. Piango

Ma ormai io piango sempre e non so nemmeno il perché.

TO BE CONTINUED…

10 commenti:

  1. da un libro che ho letto con piacere ..
    ""Io penso che l'amore sia un sacrificio sociale. E tu puoi dirmi che non è vero, ma questo è quello che ho visto. Mi guardo intorno ed è pieno di gente divorziata, di storie d'amore franate e io come faccio a stare con una persona e a credere che non finirò anch'io tra quelle macerie?"
    "Io penso che un tuo bacio può valere le macerie in cui forse un giorno mi lascerai."

    RispondiElimina
  2. Grazie Onered_

    Chi sono io per giurarti sull'eterno?
    Non sono padrona del tempo.
    Ma sono schiava di te.

    dal libro "Io sono di legno" di Giulia Carcasi

    RispondiElimina
  3. "Sei entrata nella stessa distrazione, creata perchè potesse accadere qualcosa; e tutto succede quando tutto riposa!"
    (Fabrizio)

    RispondiElimina
  4. Fabrizio_ aspettavo il tuo commento...e aspetto che tutto succeda quando tutto riposa...

    bacione
    Blue

    RispondiElimina
  5. e ma nn devi aspettare...l'attesa nn è riposo!!!
    (Fabrizio)

    RispondiElimina
  6. Fabrizio_ sapevo che mi avresti risposto cosi... e so che l'attesa non è mai riposante ...anzi...

    blue ti vuole bene

    RispondiElimina
  7. Io credo che semplicemente quando arriverà la persona giusta ti sentirai pronta a iniziare un nuovo percorso insieme a lui. Perché se sei con un uomo e desideri tornare una ragazzina libera da ogni legame, beh vuol dire che non era quello con cui condividere le tue emozioni. Spesso ci si nasconde dietro uno scudo dicendo agli altri quanto sia piacevole essere single...ma la verità e' che ogni giorno cerchiamo la compagnia di un uomo che sappia capirci e lasciarci la giusta libertà da non farci sentire in gabbia. Abbi fiducia Blue, l' amore vero busserà alla porta del tuo cuore! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. @Carrie_ è si cara amica...quando arriverà sfonderà la porta di casa senza chiedere permesso...e allora li sarò fregata...

    ti abbraccio forte

    Blue

    RispondiElimina
  9. chissà che non abbia un senso tutto questo, che non ci sia qualcosa che deve distruggerci per poterci permettere di fare come le fenici.
    bruciare quando è troppo, ridurci in cenere e poi risorgere.
    e chissà quanto tempo passa dall'ultima fiammata al momento di rinascita.
    don't cry, perché quando piangi tu è come se lo facessi anche io.

    RispondiElimina
  10. @Maria Letizia,
    dall'ultima fiammata al momento della rinascita ci siamo noi con le nostre paure le nostre debolezze e il nostro cuore pieno di tutto che brama per ritornare gonfio...SEI SPECIALE_ LO SO..

    Blue ti adora

    RispondiElimina